Inverno

AutoreMarco
Titolo: Inverno

Grida la tramontana e si fa cupo il ciel,
di nubi un grigio vel
pian piano s’avvicina.
Fioca, la neve scende,
coprendo tutto quanto.
Il piano, il colle il monte in un candido manto.
Nell’aria ovattata brilla al volteggiar dei fiocchi.
Corrono i passerotti rifugio a ricercar.
Lo scricchiolio invece cui il gel non fa paura.
Svolazza sulla siepe ,
che bella è la natura,
la quiete dell’inverno,
ché porta sol dal vento,
è un magico mezzo dentro l’eternità,
accanto al focolar,
un dì si raccoglieva la famigliola intera,
felice a chiacchierar.
Le donne all’arcolaio o a tessere la tela,
con bracere o candelar,
o il cibo a preparar.
Ma nell’età moderna in rumor perenne,
la vita non si ferma
l’inverno non s’arrende.

1 comment for “Inverno

  1. questa poesia rappresenta propio l'inverno di una volta
    21 agosto 2015 at 17:34

    questapoesia rappresenta l’inverno di una volta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *