Letteratura

In questa rubrica raccogliamo principalmente poesie, proverbi e alcune note sui personaggi conosciuti delle vie urbani ma accogliamo con piacere ogni argomento legato alla letteratura e alla scrittura.
Se vuoi partecipare come autore di questa rubrica o segnalarne di nuove, invia un’email a info@vudi.it.
Saremo felici di risponderti al più presto.


Ultimi articoli della rubrica:

  • Il più longevo
    Autore: Marco Titolo:Il più longevo Che fosse il piu malconcio, era ver, eppure era di fisico si forte, che si rivelò il piu longevo; nonostante enormi sacrifici, fatti e fatti avea per infiniti gui, ma con sostegn di legion d’amici. Quai pur lottar caparbiamene per conquinder diritti e dignità; ebbe, perciò gran stima della gente, sapea piange e cancellar ogni onta, con arma del perdon sempre pronta, ch’è ...
    Leggi...
  • Cosa serve?
    Autore: Marco Titolo:Cosa serve? A cosa serve pensare e ripensare, magari anche pianger e gridar contro la vita se ti ha trattato mal? A che ci serve rimembrar quei giorni, quand’era si fragrante la speranza, come pan che esce caldo da forni. Ma niente il rimpianto servirà; se poi cambiare non si pò il destino se malandrino non ascolterà; la volontà che nel cor segreta, se seguirà imperterrita ...
    Leggi...
  • Riflessi
    Autore: Marco Titolo: Riflessi Al lustro pavimento! spande i riflessi il sol; foglie mosse dal vento, danzan su quel chiaro. Le luci dei lampion, dalla finestra van il muro a disegnar con pallidi color. Il raggio della luna sullo specchio si posa, nel mezzo c’è un qualcosa, che forma un’ombra bruna. Riflessi vaghi o chiari. Qui nella stanza mia, mi fanno compagnia, più nei momenti amari. Se non li so ...
    Leggi...
  • Infermità di mamma
    Autore: Marco Titolo:Infermità di mamma Vivesti al sol d’estate e al gel d’inverno; le membra tue; han lavorato tanto; mentre serena attraversavi il tempo. Parlavi alla gente e agli animali; affrontavi, non ma troppo lamento. Le tante avversità le mille angosce e il mal. Poi, lentamente il moto pur s’è spento, la forza nel corpo tuo; è finita, l’infermità ha preso il sopravvento; quantunque la memoria riman ...
    Leggi...