Una storia forse vera

AutoreMarco
Titolo: Una storia forse vera.

In tempi non troppo recenti,
ma nemmeno del tutto remoti, nelle case delle nostre campagne e non solo, le famiglie erano assai numerose e sedersi tutti in una volta non sempre era possibile.
Le sedie non bastavano e che sedie! Erano per lo più rudimentali sgabelli semmai ed era già un privilegio prendere posto sulle panche che altro non erano che tavole appoggiate su dei grossi ceppi.
Ma il più delle volte ci si sedeva la sera, durante i pasti principali, anche sullo spazio rialzato che prolungava il perimetro del focolare.
Si mangiava in questi casi con la scodella sulle ginocchia.
In questa realtà fatta ancora di povertà si verificavano episodi dell’incredibile.
Un bambino che per l’appunto aveva il suo posto per consumare i pasti vicino al fuoco, riceveva ogni tanto l’indesiderabile visita d’un biscione attirato dal magiare.
Il ragazzino agitando il cucchiaio o la forchetta, cercava di colpirlo nella testa per scacciarlo e diceva:”Vai via che questa è roba mia!”.

1 comment for “Una storia forse vera

  1. marilena
    21 aprile 2016 at 7:45

    un altro bel racconto sul mondo contanino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *